La scuola e la cultura si fermano. Sospesi per decreto.
Combattiamo il Coronavirus ma non perdiamo l’abitudine al sapere.
Distanziatevi ma riavvicinatevi ai libri. Il virus più pericoloso è quello dell’ignoranza“.